Link guadagnati: Cosa sono e come ottenerli

Ultimo aggiornamento il giovedì 22 febbraio 2024

Earned Links What Are They and How to Get Them

I link guadagnati sono l'obiettivo di ogni proprietario di un sito web.

Si tratta di raccomandazioni naturali provenienti da altri domini che garantiscono la qualità e la pertinenza dei vostri contenuti.

Ma come si possono ottenere questi preziosi link?

In questa guida verranno illustrate alcune strategie efficaci per guadagnarli e per massimizzare il loro impatto sul successo del vostro sito web.

I link guadagnati, noti anche come link naturali o editoriali, sono collegamenti ipertestuali che puntano al vostro sito web da un altro dominio senza che voi abbiate fatto nulla per ottenerli.

Sono il risultato della creazione di contenuti coinvolgenti e di alta qualità che gli altri ritengono degni di essere citati.

La caratteristica di un link guadagnato è la sua natura organica: non è il risultato di sforzi promozionali o di incentivi come omaggi o richieste di scambio. Piuttosto, sono la testimonianza di un contenuto che si distingue all'interno della vostra nicchia, attirando l'attenzione e l'approvazione senza essere sollecitato.

Ora, potreste chiedervi: "Perché dovrei perseguire questo tipo di backlink?".

La risposta semplice è che sono direttamente correlati al miglioramento del posizionamento sui motori di ricerca.

Google attribuisce grande valore al giudizio editoriale sui contenuti di altri siti web. Le menzioni naturali dimostrano che il vostro contenuto non è solo rilevante, ma anche significativo e utile per il vostro pubblico.

Poiché l'obiettivo principale dei motori di ricerca è fornire i migliori risultati possibili agli utenti, avere un forte portafoglio di link editoriali è un potente indicatore della credibilità del vostro sito web e può contribuire in modo significativo alla sua SEO.

Inoltre, sono difficili da manipolare e indicano ai motori di ricerca che si tratta di un vero e proprio voto di fiducia nei confronti dei vostri contenuti. Questo può portare a una strategia online più stabile e a lungo termine, che non dipende dal continuo adattamento alle modifiche dell'algoritmo volte a punire le pratiche manipolative di link-building.

Qual è la definizione di un ottimo link?

Secondo John Mueller, responsabile del team Search Relations di Google:

Un buon link... cioè il tradizionale buon link è qualcuno che si imbatte nel vostro sito web e pensa che sia un sito fantastico e lo raccomanda ad altre persone con un link.

In altre parole, un ottimo link è dato liberamente e guadagnato grazie alla qualità e al valore dei vostri contenuti.

Può provenire da un post o da un articolo del blog che raccomanda il vostro sito web come risorsa affidabile, da un influencer del vostro settore che condivide e approva i vostri contenuti o persino da un cliente soddisfatto che include il vostro sito web nella sua recensione.

Per comprendere appieno il concetto, è utile esplorare alcuni esempi di come funzionano e le forme che possono assumere.

Raccomandazioni da blog e forum

Un blogger di alto profilo si imbatte nel vostro tutorial che offre un valore eccezionale ai suoi lettori.

Decide di inserire un link al vostro contenuto in uno dei suoi articoli come ulteriore lettura consigliata. Questo gesto non solo porta traffico mirato, ma aumenta anche il profilo di backlink del vostro sito.

Ad esempio, un autore di Moz ha menzionato il mio articolo sui featured snippet e ha deciso di citarlo nel suo post su "A Timeline of Bing and Bard Features":

Earned link example

Menzioni in pubblicazioni leader del settore

Immaginate che una pubblicazione leader nel vostro settore scriva un articolo sulle tendenze emergenti e includa un riferimento a una ricerca che avete pubblicato sul vostro sito.

Quel collegamento ipertestuale diventa un link guadagnato, segnalando ai motori di ricerca e ai lettori l'importanza delle vostre scoperte.

Citazioni in documenti accademici o di ricerca

Nel mondo accademico, la vostra analisi dei dati diventa un riferimento chiave in un documento di ricerca fondamentale nel vostro campo, portando a una citazione riconosciuta come valida e affidabile dalla comunità.

Queste sono solo alcune delle miriadi di modi in cui i link editoriali possono manifestarsi, evidenziandone la diversità e l'importanza in varie piattaforme e settori online.

Nei suoi Search Essentials, Google raccomanda ai proprietari dei siti di concentrarsi sulla creazione di contenuti unici e pertinenti, utili per gli utenti. Questo è il principio chiave per guadagnare link in modo naturale: fornire risorse o informazioni preziose che gli altri vogliono condividere.

Best practices to improve your SEO

Tenendo presente questo principio, ecco quattro passi da compiere per iniziare a ottenere menzioni naturali sul vostro sito.

Passo 1: creare contenuti approfonditi e pertinenti

La base di una strategia online efficace è la creazione di contenuti.

Dovete produrre materiali che non solo siano pertinenti alla vostra nicchia, ma che forniscano anche approfondimenti completi che facciano risaltare i vostri contenuti rispetto alla concorrenza.

Articoli approfonditi, ricerche basate su dati, infografiche, presentazioni, immagini e studi originali hanno maggiori possibilità di essere linkati perché considerati approfonditi e autorevoli.

Infondete i vostri contenuti con prospettive uniche, dati freschi o approcci innovativi che spingano i lettori a impegnarsi e a condividere.

Ad esempio, invece di scrivere una recensione generica di un prodotto, provate a creare una guida dettagliata di confronto tra più prodotti della vostra nicchia, come ha fatto ModestMoney nel suo articolo Rocket Money vs Simplifi.

Comparison guide

Fase 2: implementare solide pratiche SEO

Sebbene l'obiettivo principale sia quello di produrre contenuti per persone reali, è necessario considerare anche le pratiche SEO.

Implementate le tecniche SEO on-page, tra cui l'uso corretto delle parole chiave, i meta tag e i link interni, per garantire che i motori di ricerca possano comprendere e indicizzare efficacemente i vostri contenuti.

Inoltre, questo aiuta i potenziali siti di linking o i blogger a identificare la rilevanza dei vostri contenuti quando cercano articoli o post per il blog, rendendo più facile per loro trovare e linkare il vostro materiale.

A mio avviso, la ricerca delle parole chiave è l'aspetto più critico. Se riuscite a trovare parole chiave a bassa concorrenza e con un buon volume di contenuti, avrete maggiori possibilità di posizionarvi più in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (e di ottenere menzioni naturali).

Utilizzate strumenti come Ahrefs, Google Keyword Planner o SEMrush per ricercare e identificare i termini rilevanti per i vostri contenuti. Potete anche sfruttarli per rubare le parole chiave dei concorrenti.

Keyword intent in keyword research

Fase 3: Aggiungere il markup dei dati strutturati

Il markup dei dati strutturati è un modo indipendente dalla lingua per fornire ai motori di ricerca informazioni aggiuntive sui contenuti. Questi metadati li aiutano a comprendere meglio il contesto e il significato dei vostri contenuti, rendendo più probabile la loro comparsa nelle ricerche pertinenti.

Può anche migliorare la visualizzazione dei contenuti online, fornendo snippet più dettagliati e visivamente accattivanti. Può anche essere utilizzato per migliorare la visibilità dei contenuti su altre piattaforme, come i social media e gli assistenti vocali.

È possibile implementare il markup dei dati strutturati utilizzando i formati JSON-LD o Microdata. Google mette a disposizione uno strumento Structured Data Markup Helper per aiutarvi a creare facilmente il codice necessario per i vostri contenuti.

Structured Data Markup Helper

Fase 4: favorire le relazioni con il pubblico e i colleghi

Ogni link inserito editorialmente senza il vostro intervento è un segno di fiducia nei vostri contenuti. Potete contribuire a coltivare questa fiducia impegnandovi attivamente con il vostro pubblico e con la comunità in generale.

Rispondete ai commenti sul vostro blog, partecipate alle discussioni sui forum pertinenti e contattate i colleghi con cui potete collaborare o condividere i vostri contenuti.

La costruzione di queste relazioni può portare a citazioni più naturali e, eventualmente, a collaborazioni formali che prevedono la condivisione di contenuti e strategie di cross-linking.

La link building si riferisce tradizionalmente al processo attivo di acquisizione di backlink attraverso varie tattiche come l'outreach, il guest posting e l'invio di directory. Il link earning, invece, è l'acquisizione passiva di link come risultato della creazione di contenuti di valore che altri scelgono di linkare.

La differenza fondamentale sta nell'approccio. Il link building implica una ricerca proattiva e spesso è più manipolativo, mentre il link earning consiste nell'attrarre link in modo naturale producendo contenuti di alta qualità che rispondono a una domanda reale.

Sebbene i backlink naturali siano molto preziosi, una strategia SEO completa spesso include anche la link building. In alcuni casi, una campagna di link building ben fatta e strategica può amplificare la visibilità e la portata dei vostri contenuti, portando a maggiori opportunità di link guadagnati nel tempo.

Concentrarsi esclusivamente sul link earning potrebbe non dare risultati immediati e potrebbe essere un processo relativamente lento. Combinate invece entrambi gli approcci, assicurandovi che le vostre pratiche di link-building siano etiche e che si concentrino sulla produzione di valore per il pubblico dei siti collegati.

Misurare l'impatto dei link editoriali sulla SEO del vostro sito può essere difficile, poiché i link sono solo uno dei tanti fattori che i motori di ricerca utilizzano per classificare le pagine. Tuttavia, è possibile utilizzare strumenti come Google Search Console e software di terze parti per monitorare i cambiamenti del profilo di backlink del sito nel tempo.

Cercate le tendenze, come l'aumento dell'autorità del dominio, del traffico di ricerca organico o del posizionamento nei motori di ricerca per le parole chiave target. Anche se può essere difficile isolare l'impatto specifico dei link guadagnati nel contesto più ampio della SEO, una correlazione positiva è un buon indicatore della loro importanza.

Parole finali

In conclusione, i link guadagnati sono un bene prezioso nel mondo online, ma sono il prodotto di una pianificazione meticolosa e di una dedizione incessante alla produzione di contenuti eccezionali.

Comprendendo la loro natura, la loro importanza e il modo in cui perseguirli attivamente, potete aumentare la visibilità e l'autorità del vostro sito all'interno del vostro settore.

Ricordate che la qualità trionfa sempre sulla quantità.

Concentratevi sulla creazione di contenuti che arricchiscano il web e i link seguiranno naturalmente.

Erik Emanuelli

Articolo di:

Erik Emanuelli

Blogger

Erik Emanuelli si occupa di marketing online dal 2010. Ora condivide ciò che ha imparato sul suo sito web. Qui trovate ulteriori approfondimenti su SEO e blogging.

Articoli consigliati

AccuRanker introduce gli spazi di lavoro per potenziare il controllo degli accessi

AccuRanker introduce gli spazi di lavoro per potenziare il controllo degli accessi

7 tattiche per condurre una ricerca efficace sulle parole chiave

7 tattiche per condurre una ricerca efficace sulle parole chiave

Ottimizzazione SEO vs. Google Ads per l'e-commerce: Trovare il giusto equilibrio

Ottimizzazione SEO vs. Google Ads per l'e-commerce: Trovare il giusto equilibrio

Aumentate la vostra visibilità
Elevare la propria visibilità, elevare il proprio business

Elevare la propria visibilità, elevare il proprio business

Esplorate il rank tracker più veloce e accurato del mondo per ottenere approfondimenti SEO. Programmate un incontro per scoprire le tattiche di crescita che vi distinguono nel panorama digitale.
Programmare una riunione
Chiudere